Warning: pg_exec(): Query failed: ERROR: syntax error at or near "�le" LINE 1: ...oneloc.zone and zoneloc.loc=loc.id and loc.it='L\'�le Rousse... ^ in /home/welcometocorsica/Basi_PHP/Main/Sostituzioni/def_html on line 234

Warning: pg_numrows() expects parameter 1 to be resource, boolean given in /home/welcometocorsica/Basi_PHP/Main/Sostituzioni/def_html on line 236
L'le Rousse - Hotels L'le Rousse B&B L'le Rousse Agriturismi L'le Rousse Residences L'le Rousse Hotel L'le Rousse Alberghi L'le Rousse Bed and Breakfast L'le Rousse Appartamenti L'le Rousse Ospitalit L'le Rousse Residence L'le Rousse

L'le Rousse Hotels L'le Rousse B&B L'le Rousse Agriturismi L'le Rousse Residences L'le Rousse Hotel L'le Rousse Alberghi L'le Rousse Bed and Breakfast L'le Rousse Appartamenti L'le Rousse Ospitalit L'le Rousse Residence L'le Rousse


Warning: pg_query(): Query failed: ERROR: syntax error at or near "�le" LINE 1: SELECT href from loc where it='L\'�le Rousse' ^ in /home/welcometocorsica/Basi_PHP/Classi/regione.php on line 992
You are here: Home » Corsica » Regione di Bastia » » L'le Rousse

L'le Rousse


Warning: pg_exec(): Query failed: ERROR: syntax error at or near "�le" LINE 1: SELECT href FROM loc WHERE it = 'L\'�le Rousse' ^ in /home/welcometocorsica/Basi_PHP/Classi/regione.php on line 1699

Warning: pg_result() expects parameter 1 to be resource, boolean given in /home/welcometocorsica/Basi_PHP/Classi/regione.php on line 1700
Hotels L'le Rousse
Ristoranti
Circa 1400 anni dopo (100 a.C.) - Dopo i Fenici e i Greci, i Romani divennero il popolo pi potente del Mediterraneo e crearono ad Agilla un emporio, denominato Rubico Rocega, per il rifornimento di frutta, carne e miele a met strada lungo la rotta che, da Roma, portava alle colonie romane nella Francia meridionale e in Spagna. Tra il 510 e il 550 d.C., sotto l'imperatore Eraclio, i Barbari rasero al suolo l'emporio, facendo sprofondare la pianura dell'Ile Rousse in un secolare silenzio, rotto soltanto dalle voci degli abitanti di Monticello, Santo Reparata, Occiglioni o Corbara, che utilizzavano la pianura per l'agricoltura o per l'allevamento del bestiame. Erano solo una minoranza quelli che, privi di terre, si stanziarono sulla piccola ansa di Scalo vivendo interamente di prodotti ittici e di baratto. Questa piccola comunit prese il nome di Isolo d'Oro proprio dal nome di uno degli isolotti. La pianura, lasciata a se stessa dopo la distruzione dell'emporio ad opera dei Barbari, venne dominata di volta in volta dalle truppe del Papa, quindi dai Genovesi e dai Pisani che vissero nella regione, senza costruirvi alcunch e beneficiando dei prodotti sottratti ai coltivatori locali.
Nel l0 secolo, i marinai di un'imbarcazione proveniente da Sant'Agata di Militello (in Sicilia), salvatisi da una terribile tempesta grazie al riparo offerto dall'ansa della Fontanaccia, costruirono a Grande Ile Rousse una cappella per ringraziare la loro santa patrona. Questa cappella era, all'epoca, l'unico monumento religioso dell'intera valle. La propriet della cappella fu assegnata al rettore della chiesa di Santa Reparata, che decise di ordinare, tutti gli anni il 5 febbraio, una processione in onore della santa. Sant'Agara divenne anche la santa patrona degli abitanti di Scalo e di Isolo d'Oro fino al 1740; rimase per patrona dei pescatori di Scalo fino alla fine del 19 secolo. Nel 1906, Sant'Erasmo venne infine nominato patrono di Scalo in seguito all'arrivo nella regione dei pescatori napoletani.
Nel 1971 - Lo sviluppo delle due citt (Calvi e l'le Rousse), storicamente nemiche, fu accuratamente pianificato dai rispettivi governanti. Difatti, mentre Calvi divenuto un rinomato centro turistico, che pu contare su un porto turistico e un aeroporto, l'Ile Rousse divenuto il centro pi importante nei settori commerciale, giudiziario, economico e dell'istruzione di secondo grado della Balagne, conservando comunque in parte la tradizionale attivit turistica, bench svantaggiata dalla ridotta estensione del territorio.